Si sa, i Prosecchi non sono tutti uguali! Cosa distingue una bottiglia dall’altra? Cos’è il Prosecco BRUT?

La differenza tra le varie tipologie di Prosecco che troviamo in commercio la fa il residuo zuccherino del prodotto, in quanto sarà proprio quest’ultimo a rendere la bottiglia più adatta al pre pasto, come l’aperitivo, oppure più indicata per la portata dolce della nostra cena.

Il BRUT è la versione con residuo zuccherino più basso, dunque si tratta della versione più secca.

Contiene meno di 12 grammi di zucchero per litro ed è proprio per questo che un Prosecco BRUT lo sentite al palato leggermente più acidulo, nonostante mantenga comunque il suo classico profumo delicatamente fruttato.

ca' dei berti Prosecco Brut
Ca' Del Faggio Prosecco Brut

Dolce o secco, quale scegliere e a cosa abbinarlo?

Quando un vino è secco viene anche definito meno amabile, più masculino, dal colore paglierino scarico, dal gusto lievemente fruttato e piuttosto acidulo.

Questa tipologia si contrappone al Prosecco dolce, detto anche amabile, con residuo zuccherino più alto, ottimo per accompagnare il dessert.

Ca dei Fiori Prosecco BRUT

Come abbinare in tavola il Prosecco BRUT

Questa versione del Prosecco è dunque meno amabile, essendo un vino secco, ma si abbina molto bene ai primi piatti, come i risotti e la pasta con condimento leggero.

Viene utilizzato anche per preparare degli aperitivi, come lo spriz, in quanto risulta perfetto in accompagnamento a stuzzichini delicati o formaggi freschi.

Per i secondi piatti, invece, il Prosecco BRUT è l’ideale con una frittura di pesce, ad esempio.

Fish and chips

Il perlage fine e l’acidità di questa versione, aiutano molto a pulire la bocca rinfrescando il palato dal fritto, mantenendo però il dolce del piatto grazie al suo gusto fruttato.

Sul nostro shop puoi trovare Prosecco delle cantine della zona Prosecco di Conegliano Valdobbiadene, patrimonio Unesco.

Scoprile navigando le cantine che hanno scelto il nostro shop!

scopri le nostre cantine