Qual è il miglior prosecco in assoluto per gustare un fresco spritz come aperitivo? Tra pochissimo ve lo riveleremo!

Lo spritz è uno dei tanti aperitivi a base di Prosecco che, dopo aver conquistato l’Italia, partendo dalle regioni del Nord-Est, si sta espandendo oggi in tutto il mondo.

In questo articolo, vi spiegheremo come farlo usando la tipologia di vino più adatta alla sua preparazione. Esatto, non tutti i prosecchi sono adatti a preparare questo gustoso e fresco aperitivo, perfetto per la calda stagione estiva… E anche per le fredde serate invernali con gli amici!

Ma prima di rivelarti qual è il vino più adatto, andiamo a scoprire meglio qual è la sua storia e come fare per ricrearlo in casa!

Le origini dello Spritz

Lo Spritz nasce in Veneto nell’800 per l’abitudine dei soldati Austriaci di bere vini meno alcolici di quelli veneti.

Le origini dello spritz non sono certe, ma sembra che sia stato creato dai soldati dell’impero austriaco (che all’epoca dominava il Veneto ed il Friuli) per allungare i vini autoctoni ed abbassarne il grado alcolico.

La parola Spritz deriva infatti dal tedesco spritzen che significa “spruzzare”, appunto perchè era abitudine allungare con un pò di acqua o selz i vini locali.

aperol spritz a venezia

Lo Spritz moderno nasce invece attorno agli anni ’20 del 1900 a Venezia, dove si decise di aggiungere alla composizione dei soldati austriaci l’Aperol, aperitivo a base di erbe, arancia e radici dal gusto amarotico, che dona alla preparazione la caratteristica colorazione rossastra.

Scopri anche lo Spritz Hugo, clicca qui!

L’espansione di questo cocktail è immediata nelle regioni del nord Italia e con essa la creazione di numerose varianti più o meno alcoliche.

Insieme agli ingredienti base Prosecco e selz, vengono di volta in volta aggiunti diversi liquori. Oltre all’Aperol si utilizzano il Select, il Campari o ancora il Cynar o il China Martini.

Quale Prosecco usare nello spritz?

Come avrai capito lo spritz ha vecchie origini e oggi viene proposto moltissimo nei locali e nei bar come aperitivo classico.

Dal gusto deciso e inconfondibile, lo spritz si accompagna a patatine e cicchetti per rendere il tutto più conviviale e unico.

Ma è il Prosecco l’ingrediente chiave dello Spritz! Se vuoi realizzare lo spritz perfetto il prosecco da utilizzare è il Prosecco Superiore Extra Dry DOCG “Fogliadoro” di Ca’ del Faggio.

Dal sapore piacevolmente fresco e armonioso, con chiusura asciutta e persistente, è ideale sia per l’aperitivo sia per primi piatti tipici della tradizione veneta.

Ti proponiamo anche Prosecco DOC Extra Dry di Cepol, adatto all’aperitivo per lo spritz ma anche come abbinamento per altri squisiti cocktail.

Ti lascio di seguito altre proposte di prosecco che puoi utilizzare benissimo per la preparazione dei tuoi aperitivi. Scegli quello che ti ispira di più!

Prosecco di Valdobbiadene Extra Dry DOCG – Ca’ Dei Fiori

Prosecco Extra Dry DOCG “Incontri” – Dea Rivalta

Prosecco Extra Dry DOC Follalba – Follador Francesco

La ricetta per fare lo spritz aperol

Come ricreare lo Spritz a casa vostra?

Gli ingredienti sono un buon Prosecco Superiore Conegliano Valdobbiadene, Aperol, Selz, ghiaccio e un arancia. Ovviamente l’ingrediente fondamentale per fare la differenza è il Prosecco.

Per la preparazione:

si tagli a fettine l’arancia;
poi si metta il ghiaccio nel bicchiere,
si riempia con 1/3 di Prosecco Extra Dry ROCCAT, 1/3 di Aperol e infine si aggiunga una spruzzata di selz;
si guarnisca infine con una fettina d’arancia.

Ti è piaciuto l’articolo? Lasciaci un commento qui sotto oppure visita il nostro shop!

visita il nostro negozio online